ITINERARI in SICILIA

I CASTELLI

 

"L'Italia" - ebbe a dire Goethe giungendo in Sicilia - "senza la Sicilia, non lascia alcuna immagine nell'anima: qui è la chiave di tutto". Ed anche Courie avrebbe sostenuto che tutta l'Italia non era "nulla", se non "vi si aggiungeva la Sicilia"

E se anche la "scoperta" della Sicilia da parte dei viaggiatori europei fu lenta, ognuno poi non poté fare a meno di rimanere profondamente colpito dal fascino del suo ambiente naturale, del suo mare, delle sue architetture e della sua gente.

In particolare i castelli di Sicilia sono in gran parte testimonianza, fra le più affascinanti e significative, del grande impegno costruttivo che vide all'opera Federico II di Svevia. Si trattava quasi sempre di fortificazioni dislocate in località strategiche, secondo un progetto ben preciso che l'imperatore aveva confidato al suo "logoteta" Pier delle Vigne in una lettera in cui esprimeva il proprio desiderio di proteggere il "giardino" del suo Regno, dentro fortificazioni ben munite.

"Capolavori di pietra", come spesso furono definiti, i castelli federiciani furono edificati con grandi innovazioni, rispetto ai precedenti manufatti di epoca normanna, come si vede particolarmente nel Castello Ursino di Catania o in quello di Augusta o nel bellissimo Castello Maniace che a Siracusa sembra quasi introdursi con le sue più avanzate fortificazioni, al di là del porto fino ad abbracciare il mare aperto.

Oggi possiamo ancora saldamente percepire tutta l'imponenza, come pure l'eleganza ed anche la perfetta funzionalità di quelle antiche strutture che a mano a mano le varie Amministrazioni e le Soprintendenze vanno accuratamente restaurando, per restituirne l'uso (ovviamente rinnovato), alla collettività.
Nati per le esigenze difensive delle singole località, alcuni castelli divennero poi prestigiose residenze dei Signori del luogo, abbellendosi di opere d'arte e di arredi lussuosi.

 

 

Qualche volta poi, come nel caso suggestivo di Donnafugata, qualche ricca famiglia del XIX secolo, si è sbizzarrita nella creazione di un altro tipo di dimora "castellare": una sorta di Eden di delizia e riposo, che pur si circondava di alte mura, ma solo per tutelare la "privacy"!

Una breve rassegna di alcuni di questi castelli darà soltanto un piccolo saggio di questo particolare settore delle strutture architettoniche della Sicilia, che hanno fatto però così strettamente parte dell'intera Storia secolare dell'Isola.

A cura di Luisa Chiumenti
Da Viaggio in Italia n. 77

Ia Parte:
 Il Castello di Castelbuono (Palermo)
 Il Castello di Milazzo (Messina)
 Il Castello Ursino a Catania

IIa Parte:
 
Il Castello di Sperlinga (Enna)
 Il Castello Maniace di Siracusa
 Il Castello di Lombardia ad Enna

IIIa Parte:
 Il Castello di Augusta
 Il Castello di Donnafugata (Ragusa)
Il Castello di Brucoli (Siracusa)
 Il Castello Chiaramonte a Mussumeli